L’olio extravergine d’oliva: eccellenza della terra Umbra

L’Italia è il secondo produttore europeo di olio extra vergine di oliva, con 39 denominazioni Dop/IGPriconosciute dell’Unione Europea. La produzione è concentrata nelle regioni del Sud con l’88%, ma sono importanti anche le produzioni di olio della Toscana, dell’Umbria e del Lazio.

E proprio nel cuore verde dell’Italia, dove ha origine la nostra produzione di ceramica, spiccano le coltivazioni umbre dell’ulivo, una pianta altamente longeva e di lenta crescita, che ben rappresenta la capacità propria di questa regione di custodire le tradizioni secolari, tramandate di generazione in generazione.

Il saporito olio extra vergine umbro rappresenta al meglio la gastronomia regionale, fatta di cose semplici, di cibi genuini e sapidi. Gli ulivi coltivati in Umbria godono infatti per la maggior parte di particolari condizioni climatiche che consentono una maturazione del frutto molto lenta, tale da provocare un tasso di acidità estremamente contenuto.

Particolare importanza è attribuita ai terreni posti in collina, per lo più in fasce pedemontane: ricchi di struttura e permeabilissimi, lasciano penetrare agevolmente le radici della pianta. A questi dati si deve aggiungere il contributo apportato dall’uomo. In primo luogo la raccolta delle olive: rispetto al passato, non si attende più che l’oliva pervenga al termine della maturazione naturale, ma viene raccolta all’inizio della maturazione, cioè quando presenta sia il massimo del fruttato che il minimo di acidità. Di solito questo stato si ottiene nei primi giorni del mese di novembre. Della tradizione si è invece conservata la brucatura, ovvero la raccolta manuale, per poi essere portate al frantoio dove verranno lavorate nel pieno della loro freschezza e integrità.

L’olio extra vergine di oliva prodotto nei cinque Comuni della Strada del Sagrantino può avvalersi della Denominazione di Origine Protetta, e l’Umbria è la prima regione italiana ad aver ottenuto la Denominazione d’Origine Protetta, oltre al marchio IGP, su tutto il territorio regionale. Molto diffuse in Umbria le qualità di olive chiamate Moraiolo, Frantoio e Leccino che danno all’olio un sapore particolarmente amaro e piccante.

“Oro verde” prezioso è l’olio umbro, da difendere e tramandare come eccellenza e tradizione del territorio, dalla terra alla tavola.

 

2018-04-30T13:37:14+00:00maggio 29th, 2018|Food|